Ondulatore per capelli, scegli quello più adatto alle tue esigenze

Quando si entra nel mondo dell’estetica femminile si atterra immediatamente su un nuovo pianeta parallelo. Come la donna è una creatura ricca, versatile e strutturata così saranno i suoi elementi di interesse. Quindi: vogliamo parlare di capelli? Sebbene antropologicamente ci siano tesi di studio discordanti: i capelli non sono indispensabili, i capelli servono a proteggere il cranio dal sole, negli essere femminili i capelli sono lunghi dall’origine dei tempi perché i piccoli nati vi si potessero aggrappare; oppure ancora: “il nostro stereotipo estetico è così perché vogliamo credere alla teoria del creazionismo”, perciò Dio ci creò direttamente con la chioma… insomma qualunque sia la risposta non interesserà alle donne attuali, l’importante è valorizzare i loro capelli!

Perciò andiamo avanti e partendo dall’importanza di una bella capigliatura entriamo nell’universo degli accessori utili a realizzarne i cambiamenti seguendo le tendenze del momento.

Sappiamo bene come in molti siano attenti ai dettami della moda; la maggior parte delle indicazioni parte dalle sfilate, oggi anche dagli influencer oltre che dai personaggi popolari. Se siamo stati attenti avremmo di certo notato che oggi i capelli: corti, medi o lunghi, sono per lo più acconciati mossi. Spettinati, per le più pigre, ricci, mossi, ondulati, ma lo stile che vince su tutto di gran lunga è l’effetto “beach waves”, alla lettera “onde dall’effetto naturale”. Questa piega dei capelli è diventata un must per le celebrities di tutto il mondo, che li sfoggiano in tutte le circostanze: dalla vita di tutti i giorni agli eventi ufficiali.

In questo contesto noi donne comuni mortali, per intenderci quelle senza “red carpet”, possiamo diventare alla moda anche comodamente da casa, perché per l’effetto onde naturali, le nostre beach waves, ci viene incontro un accessorio che, fortunatamente, non è ad appannaggio esclusivo dei nostri parrucchieri! Stiamo parlando dell’ondulatore per capelli, detto altresì piastra arricciacapelli.

Ondulatori per capelli: tutti i consigli per scegliere quelli giusti

I non addetti ai lavori devono sapere che la scelta di un ondulatore per capelli si può presentare complessa per la molteplicità dei modelli esistenti in commercio. Esiste infatti un ventaglio di proposte così ampio da far arricciare il naso oltre ai capelli!!

Proviamo a stilare quindi una lista di domande che torneranno utili, insieme alle rispettive risposte, nell’individuare i prerequisiti dell’acquisto.

Cominciamo:

  • che tipo di effetto si vuole sulla capigliatura? Vogliamo ricci ben definiti e stretti, boccoli, onde morbide o solo capelli mossi? Bene, queste domande troveranno risposta nella forma dell’ondulare per capelli.
  • di quali differenti materiali deve essere rivestito il ferro dell’ondulatore per capelli affinchè risulti non dannoso per la nostra chioma, e sicuro per chi lo usa?
  • quali tecnologie interessano gli ondulatori al fine di avere un impatto meno nocivo sui capelli?

Forma dell’ondulatore per capelli

Anticipavamo con le nostre domande che la forma dell’accessorio ha impatto sulla piega che si vorrà creare ai capelli; più nello specifico il diametro della struttura farà variare la larghezza del riccio che potrà andare da un effetto mosso leggero (con misure dai 30mm in su) fino al riccio stretto, e ancora più piccolo sarà il diametro del ferro dell’ondulatore più saranno le chiome adatte ad usarlo. Ad esempio un arricciacapelli che misura dai 13 ai 19 mm di diametro sarà adatto anche ai tagli corti.

Per darvi un’idea più precisa possiamo suddividere gli ondulatori come di seguito:

  • con ferro cilindrico, utile a creare diverse tipologie di ricci a seconda del suo diametro;
  • con ferro conico, da usare con la punta più stretta verso il basso, utile a creare onde con una forma a spirale, che doneranno alla piega un aspetto molto naturale con ricci che diminuiranno di diametro verso le punte;
  • automatici, nella gamma sono tra i modelli più recenti e più adatti agli inesperti. Con questo ondulatore di capelli infatti non si deve fare il minimo sforzo per posizionare correttamente la ciocca sul ferro, bensì saremo aiutati dalla struttura dell’accessorio stesso che grazie ad un cilindro rotante, posto all’estremità opposta all’impugnatura, catturerà la ciocca e, aspettando il tempo necessario, la metterà in piega. La durata del tempo servirà proprio a delineare l’onda che si vuole creare, più si aspetta (fino a un massimo di ca 12 secondi) più il riccio risulterà stretto;
  • piastra arricciacapelli, che si presenta come una piastra lisciante tradizionale ma al posto delle estremità piatte, avrà da due a più cilindri riscaldati che, sempre in funzione del loro diametro, daranno vita ad un effetto ondulato più o meno largo;
  • multistyler, è il prodotto che può racchiudere uno o più modelli di quelli appena elencati (fatta eccezione dell’automatico), e si presenta con un’impugnatura sulla quale si possono montare diversi tipi di ferri, utili anche a lisciare o a creare l’effetto frisè.

Materiali dell’ondulatore per capelli

Il materiale di rivestimento del ferro dell’ondulatore è fondamentale perché è la parte che entra in contatto con la chioma, rappresenta quindi, insieme alla tecnologia, la parte che determina lo stress termico del capello. Superati i più economici ma obsoleti alluminio e teflon, oggi ci si può indirizzare sui rivestimenti in ceramica, titanio e tormalina. I più leggeri risulteranno i primi due ma la tormalina possiede un effetto ionizzante naturale che migliorerà l’effetto crespo dei capelli e la loro luminosità.

Tecnologia dell’ondulatore per capelli

Anche le tecnologie degli arricciacapelli si sono evolute, e a quella “tradizionale” che si basa sul calore con il riscaldamento del ferro, si sono affiancate quelle a vapore, per i soli modelli di ondulatori automatici, e la recentissima tecnologia che si basa sulla forza ciclonica, anche detta effetto Cloanda, reperibile in commercio su un unico modello multistyler tutto da scoprire.

Concludendo è inutile sottolineare che la differente tecnologia, oltre che il materiale, saranno gli aspetti che caratterizzeranno il prezzo del modello da acquistare, ma se si dovesse rimanere su un budget limitato basterà avere attenzione alla presenza di un selezionatore di temperatura, per limitare danni sui capelli, e di punte isolate termicamente (in cima al ferro), per salvarci le dita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *