Kit pedicure, cosa deve contenere e come fare la scelta giusta

Tutte le strutture hanno una base, e tutte le basi sono il pilastro portante delle strutture stesse. Partendo da questo principio, che vale per tutti i corpi in equilibrio, dovremmo fare un discorso molto serio sulla base che mantiene eretto e forte il corpo umano. Sì perché davvero dovremmo avere il massimo rispetto per i nostri piedi! Dobbiamo trattarli bene, averne cura, non solo abbellendoli, ma mantenendoli sani e curati. Se li trascuriamo alla loro prima ribellione ne risentirà tutta la struttura sovrastante, tutta la corporatura, e peggio ancora la postura generale e a tendere lo stato di salute dell’apparato muscolo-scheletrico intero. Se pensate che stiamo esagerando chiedetelo ai vari ortopedici, fisiatri, osteopati e posturologi in giro, basta veramente poco per capire che sono medici in numero sempre maggiore.
Il perché di questo approccio così pessimistico è legato al fatto che se un alluce senza smalto non fa male a nessuno, un’unghia incarnita, un callo sotto la pianta del piede, delle ragadi, dei duroni che si screpolano, sono le cause che generano oltre alla sofferenza fisica vera e propria, anche cattive posture e con esse dolori che si ripercuotono sul resto del corpo.
Pertanto che siate degli amanti dei centri estetici o meno qui vi possiamo comunque aiutare nella scelta degli strumenti che potranno permettervi di realizzare una pedicure ben fatta anche da casa, abbattendo costi e allontanandovi soprattutto anche dai “cugini” dei medici sopranominati, i podologici.
Quindi è chiaro: curare costantemente i piedi li manterrà sani! Ma come potremo occuparcene in maniera completa e mirata? Certamente partendo da un buon kit pedicure.

Kit pedicure: tutti i consigli per fare la scelta giusta

Il kit pedicure è un kit già organizzato con tutti gli accessori utili alla cura delle unghie e di tutte le nostre estremità inferiori. Come ci si può regolare nella scelta di un buon set pedicure? Ci pensiamo noi a guidarvi perché come per tanti altri prodotti della cosmetica l’avanzata delle tecnologie moderne ha ampliato la gamma, e il ventaglio di alternative oggi va da un approccio tradizionalmente manuale ad uno innovativo che sfrutta nuovi prodotti elettrici e versatili.
Altro aspetto importante da considerare per la cura dei nostri piedi è che gli strumenti si dividono tra quelli che lavorano sulle unghie e quelli che si preoccupano della salute della pianta del piede, sì quei pochi centimetri di pelle deputati a sobbarcarsi di tutto il nostro peso: i talloni e gli avampiedi.
Le unghie hanno necessità più chiare, devono essere tagliate e modellate, mentre i talloni e gli avampiedi vanno tenuti morbidi e senza screpolature e calli che, oltre ad essere decisamente antiestetici, risulteranno tremendamente dolorosi.
Procediamo allora insieme nell’analisi di kit pedicure base, non ci occuperemo però, almeno non per ora, di quelli rivolti al personale del settore estetico o medico, che richiedono una preparazione diversa dal ‘fai da te’.

Kit pedicure non elettrici

Quando parliamo dei kit pedicure non elettrici, ribadiamo, il riferimento va a quell’insieme di strumenti che prevedono un utilizzo solo manuale. Pertanto cosa dovrà necessariamente contenere? Vediamo:

  • forbicina o un tagliaunghie o, per unghie resistenti, una tronchesina, indispensabili per tagliare le unghie e decidere la loro forma;
  • lima per le unghie, che grazie alla sua superficie ruvida regolerà la lunghezza (alcuni modelli sono adatti anche a unghie in gel);
  • raspa per levigare screpolature e calli. Meglio se il kit pedicure ne preveda più d’una per gestire le diverse condizioni della pelle da levigare. Quindi raspe con trama a grane da sottile a più grossa;
  • Un tagliacalli con lama intercambiabile;
  • Un taglia cuticole (le fastidiose pellicine che circondano l’unghia). Qui si può ulteriormente scegliere tra, i bastoncini in legno d’arancio (o acciaio o pietra pomice) utili a spingere le cuticole verso l’esterno dell’unghia, o un ferretto taglia cuticole, ma questo meglio per le mani più esperte per la presenza di una punta tagliente che va utilizzata con cautela e leggerezza;
  • Una borsetta porta kit.

Per un’igiene sana sarà bene che gli strumenti siano in acciaio inossidabile, così da poterli opportunamente sterilizzare.

Kit pedicure elettrici

Per i più esigenti e gli attenti alle novità tecnologiche l’occhio dovrà cadere sui kit pedicure elettrici. Sono dispositivi in stile più professionale che utilizzano la corrente elettrica e, alcuni modelli si possono anche comodamente ricaricare con porte USB.
Generalmente questi prodotti si presentano come dispositivi con rulli e frese di diverse dimensioni.
Più precisamente le frese, con le loro punte intercambiabili, hanno manovra d’azione sulle cuticole e sulle unghie che verranno: limate, accorciate (con le punte a forma di disco), modellate e lucidate. I migliori modelli sono dotati di luce a led e di rotazione delle testine in senso orario e antiorario.
I dispositivi pedicure elettrici a rullo invece si utilizzano prevalentemente per eliminare calli e pelle secca, e molto secca, dalla pianta del piedi (talloni e avampiedi). A seconda della finitura della grana del rullo, da grossa a fine, si potranno avere due tipi di trattamenti: più leggero, utile a rimuovere la pelle secca e le cellule morte e più intensivo, per rimuovere ispessimenti cutanei, duroni e callosità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *