Forbicine per unghie come fare il giusto acquisto

Le forbicine per le unghie rappresentano l’accessorio principale per la cura delle unghie e delle cuticole (le fastidiose pellicine che si formano lungo il letto ungueale). Che siano le unghie delle mani o le unghie dei piedi il taglio è d’obbligo, a meno che non si voglia finire nel guinness dei primati o protagonisti di una di quelle trasmissioni tipo “io e la mia ossessione”.
La confessione dei 3/4 della popolazione è che se le forbici non escono belle e pronte da un kit completo, ci recheremo svogliatamente in un negozio, non sempre specializzato, e lì sceglieremo un prodotto mediocre, con un prezzo medio o peggio ancora quello con la confezione più carina che attira la nostra attenzione tipo calamita, e alla fine magari una volta tornati a casa, dopo l’operazione del taglio delle unghie ci ritroveremo punto e a capo con il nostro accessorio da ricomprare, delusi e amareggiati per il risultato. Aggiungiamo pure a quanto detto che potremmo affermare con una certa sicurezza che nei 3/4 sopracitati ci saranno anche gli stessi commessi o venditori delle forbicine!
Quindi? Siamo nuovamente al punto di partenza, come un gioco dell’oca che va in loop.
Pertanto se vogliamo fare da noi, senza rivolgerci agli esperti dei settori estetici (estetiste) o medici (podologi), ci toccherà studiare. Va bè saremo magnanimi ed altruisti e per il taglio delle unghie vi supportiamo noi!
Partiamo dall’ABC e diciamo che le forbici per unghie si usano non solo per accorciare le unghie ma anche per dare una forma alle unghie di mani e piedi. Il loro movimento deve essere morbido e uniforme, il taglio si deve presentare netto e l’impugnatura delle dita deve essere comoda e sicura.

Forbicine per unghie: tutti i consigli per fare la scelta giusta

Provate a cercare su internet il testo “forbicine per unghie”, pronti? Boom! Scatta il panico al primo click! Un’esplosione di prodotti molto simili tra loro, ma dopo un primo sguardo superficiale vi renderete conto che non cambiano solo le marche o il prezzo; sono proprio i modelli ad essere i più svariati e allora proviamo a capirne le differenze, così giusto per calmare un po’ l’ansia innescata dalla ricerca.
La principale cosa da sapere è che esistono forbici per le unghie dei piedi e forbici per le unghie delle mani.

Alcune caratteristiche che ne determinano le principali differenze valgono per entrambi i prodotti e quindi le andiamo a catalogare subito di seguito.

La prima differenza sta nei materiali, che fortunatamente sono pochi. Si va dall’acciaio inossidabile al carbonio, dal forgiato fino all’acciaio nichelato. Una scelta saggia deve ricadere tra i primi due elencati, sia per la possibilità di sterilizzare sia perché non arrugginiscono al contatto con l’aria e l’acqua. Dobbiamo però sottolineare che per l’acciaio al carbonio deve essere previsto un adeguato trattamento altrimenti il rischio ruggine rimane sempre molto alto.

Altra differenza tra i modelli sta nell’impugnatura. Qui però non si rileva un vero e unico punto di forza delle forbici per unghie, ma un aspetto maggiormente soggettivo e sempre legato ad una presa più stabile e comoda.
Si potrà scegliere tra:

  • Impugnatura morbida, con un rivestimento in plastica o in gomma;
  • Impugnatura quadrata;
  • Impugnatura ergonomica.

Forbicine per unghie dei piedi

I modelli delle forbici per unghie dei piedi si caratterizzano tutte per essere più robuste di quelle per le mani, ma si vanno a differenziare per la lunghezza sia del manico che delle lame. Mentre un modello generico parte da una lunghezza di ca 10 cm con punta retta, per gli anziani saranno reperibili in commercio modelli di 12 cm, 19 cm fino a 21 cm ca e tutti con punta ricurva per consentire un taglio agevole anche da seduti e con i piedi poggiati sul pavimento. Per i modelli più lunghi l’impugnatura sarà proporzionata e quindi si arriverà ad un manico che ospiterà fino alle 4 dita (escluso il pollice).

Forbicine per unghie delle mani

Le forbici per unghie delle mani si differenziano principalmente per la forma delle punte, maggiormente ancora quando saranno usate da esperti.
Vediamone i differenti modelli in commercio:

  • forbici a punta o lama retta, rappresentano le forbici classiche;
  • forbici a punta o lama curva, consentono di seguire meglio la curvatura dell’unghia e sono ottime anche nel taglio delle unghie sottili;
  • forbici con punta a lancia, anche dette a doppio uso o combinate, perché si possono usare sia sulle unghie e sia sulle cuticole. La particolare forma delle punte, prima classica e poi estremamente appuntita, è l’ideale per arrivare nei punti più difficili;
  • forbici a punte o lame arrotondate, sono le forbici sicure e notoriamente vengono utilizzate per i più piccoli.

Alcune chicche da tenere in considerazione quali optional dopo il nostro già approfondito studio:

  • se vogliamo preservare le forbici per unghie da danni o incidenti possiamo prenderne con un cappuccio plastificato protettivo o una custodia in pelle o plastica;
  • in commercio esistono forbicine a lama curva per mancini, studiate quindi per essere utilizzate con la mano sinistra agevolmente perché hanno le lame curve rivolte al lato opposto delle normali.

Insomma ce n’è per tutte le esigenze e tutte le unghie, pure per tutti i gusti visto che si trovano modelli di forbicine per unghie colorati e a fantasia. Ora non resta che procedere all’acquisto, certi di fare la scelta giusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *